Ti trovi qui:Home>Blog>Home>Ricerche>Oriente>Taj Mahal: Tomba o tempio vedico? - prima parte
A+ A A-

Taj Mahal: Tomba o tempio vedico? - prima parte

Oggi voglio scrivere di una strana faccenda, risalente agli anni Settanta/Ottanta e relativa al celeberrimo e meraviglioso Taj Mahal. Il protagonista della vicenda è uno storico indiano, Shri Purushottam Nagesh Oak, autore, prima in hindi e poi nel 1989 in Inglese, di un controverso libro "Taj Mahal - The true history".

In esso, sosteneva - e continuò a sostenere fino alla morte, avvenuta nel 2007 - che il bianco cenotafio islamico di Agra, sia in realtà un antico tempio hindu dedicato a Shiva, usurpato al tempo dell'impero Moghul (Mughal in lingua persiana).

Oak tentò diverse volte di presentare e far approvare petizioni al governo Indiano affinchè fosse riconosciuta la reale natura del Taj e il suo esempio fu seguito da altri storici. Altrettanti però furono i suoi detrattori e avversari.

 

 

A ricordo della mai conclusa vicenda rimane la mole delle informazioni che riuscì a raccogliere. Non risolvono il mistero, ma offrono sicuramente molti spunti su cui riflettere con attenzione.

Ma andiamo con ordine...

La storia come viene raccontata

Taj Mahal significa “Palazzo della Corona”. Dall 2007 rientra nel novero delle sette meraviglie del mondo moderno. Si trova sulle rive del fiume Yamuna, ad Agra, India Settentrionale.
La storia del monumento è dubbia e avvolta da leggende.
Fu costruito, si racconta, dal quinto imperatore Mughal , Shah Jahan, nel 1631 in memoria della sua seconda moglie, Mumtaz Mahal,  principessa originaria della Persia. Pare fosse di una bellezza sconvolgente, la donna più affascinante del regno. Sembra che Shah ne fosse talmente innamoratoda disdegnare altre concubine.

Mumtaz Mahal morì mentre accompagnava suo marito a Behrampur, durante una campagna per schiacciare una ribellione. Aveva appena dato alla luce il loro quattordicesimo figlio. La sua morte fu un vera tragedia per l’imperatore, al punto che i suoi capelli e la sua barba nel giro di pochi mesi diventarono completamente bianchi per il dolore.

Fece dunque costruire il Taj Mahal, per adempiere ad una delle promesse fatte all'amata. Lo fece bianco come il colore del lutto. E lo volle imponente e sfolgorante. La costruzione del Taj Mahal iniziò nel 1631 e fu completata in 22 anni. Probabilmente furono più di mille gli elefanti utilizzati per trascinare i pesantissimi marmi . Leggenda vuole, che a tutti i lavoratori impegnati nella titanica impresa siano state amputate le mani al termine della costruzione. Perché Shah Jahan voleva che l’opera non fosse mai più ripetuta. Poi meditò di costruirne un secondo identico ma di colore nero e di collocarlo di fronte al primo.

Ma non ne ebbe il tempo poiché una congiura di palazzo lo depose e lo rinchiuse nel Forte di Agra. Da questa apertura l’imperatore contemplava il lento scorrere del fiume e osservava il suo Taj Mahal cambiare colore a seconda della luce del giorno, oppure lo scorgeva velato delle nebbie del mattino, come un miraggio o un sogno lontano. E così per quattro anni sino a che morì.

100 0108

E se invece la storia fosse un'altra? Ecco i fatti ricostruiti da P.N. Oak.

L'ipotesi

Secondo Oak, Il Taj Mahal, o più precisamente l'edificio al centro di esso potrebbe avere un'origine molto antica e diversa da quella tradizionale. Fu costruito come tempio shivaita. Fu probabilmente dissacrato e riconvertito ad ogni conquista musulmana, da quella di Mohammad Ghazni in poi. Tra l'una e l'altra però, tornò a rifiorire come luogo di culto induista, fino alla sua definitiva riconversione sotto Shahjahan. Dove oggi si trova il Taj Mahal, quasi certamente Shahjahan fece costruire una tomba, ma essa si trova dentro l'edificio, non è l'edificio stesso.

Il Taj Mahal può dunque probabilmente essere identificato come il palazzo circondato da giardini in cui morì Babur nel 1630, dopo una lunga e turbolenta esistenza, come Vincent Smith adombra nel suo libro `Akbar the Great Moghul'.

Babur stesso nei suoi scritti, che risalgono a 100 anni prima di Shahjahan, si riferisce al palazzo come quello conquistato da Ibrahim Lodi e lo descrive contenente una camera interna centrale di forma ottagonale, con pilastri ai quattro angoli.

Gulbadanin Begun, la figlia di Babur nelle sue cronache intitolate `Hum ay un Nam a' cita lo stesso palazzo come “Casa Mistica”.

Su quali elementi Oak basava la sua ipotesi? Eccoli

Il nome

Lo si fa derivare convenzionalmente dal nome della principessa che vi è sepolta, MumTaz ul-Zamani. Ma è filologicamente difficile dimostrare che da tale nome, modificato derivi “Taj”, per sostituzione della “z” con la “j” e rimozione della prima parte del nome “Mum”.

Quanto al suffisso “Mahal” non risulta essere un termine arabo o musulmano. Anzi, è sanscrito e significa “residenza”. Diversi visitatori dell'epoca di Shahjahan, indicano più precisamente l'edificio con il nome “Taj-e-Mahal”, sanscrito, che ha una sbalorditiva somiglianza con “Tej-o-Mahalay”. Tale è il nome dell'antico tempio di Shiva Agreshwar Mahadev, il signore di Agra.

Il tempio

Secondo il Vishwakarma Vatushastra, antico e famoso trattato di architettura indù, in India esistevano 12 Yjotirlinga, 12 templi sacri a Shiva. Ogni tempio conservava un Linga, simbolo di Shiva. Tra tutti il più importante era il “Tej-linga”, custodito nel tempio presso Agra detto “Nagnateshwar”, dai serpenti Naga che ne decoravano il parapetto.

Questo era il maggiore dei cinque templi esistenti in città (gli altri sono il Balkeshwar, il Prithvinath, il Manakameshwar e il Rajarajeshwar) e di cui ancora la tradizione serba ricordo, ma la sua posizione è andata persa. L'importantza del culto è sottolineata dal nome degli abitanti della regione, “Jats”, il cui appellativo shivaita è “Tejaji”, chiaro riferimento al prezioso “Tej-Linga”.

Questi sono soltanto i primi indizi. Il lungo lavoro di Oak si concentrò nell'analisi dei documenti, della loro storicità e coerenza. Ma si interessò approfonditamente anche delle caratteristiche architettoniche, simboliche e artistiche dell'edificio,riuscendo a individuare molti elementi decisamente discordanti ed anomali.
Li analizzerò in un prossimo post. Aspettate e vedrete!

 

 


BIBLIOGRAFIA:

 

 

 

P. S. Bhat and A. L. Athawale, I tihas Patrika, Vol. 5,1 985.

Abdul Ham id Lahori, "Badshahnama", Vol. 1 , Royal Asiatic society , Bengal, 1867.

Peter Mundy , "Travels in Asia and Europe", Vol. II, Edited by R. C. Tem ple, Hakluyt Society , 1907 -3 6.

J. B. Tavernier, "Travels in India", Translated by V. Ball, Macm illan & Co., London, 1889, Book I.

P. N. Oak, "The Taj Mahal is a Temple Palace", 1966.

M. S. Vats, "Repairs to the Taj Mahal", An Archaeological Surv ey of India bulletin,1945.

"Keene's Handbook for Visitors to Agra and Its Neighborhood", Re-written by E. A. Duncan, Thacker's Handbook of Hindustan.

E. B. Havell, "Indian Architecture", S. Chand & Co.(Pv t) Ltd., 1 91 3.

"Travels of Fray Sebastion Manrique", Vol. II, Translated by St. Pau Lt. Col. Luard and Father Hasken, Hakluy t Society , 1 92 7.

Marv in H Mills, "Archaeometry in the Serv ice of Historical Analy sis to Re-examine the Origin of Moslem Building", Itihas Patrika Vol. 4, No. 1 , March 1 984.

James Fergusson, "History of Indian and Eastern Architecture", 2 n d Edition, Munshiram Manoharlal, New Delhi, 1 97 2.

Elliot and Dowson, "History of India", Vol. III e VII, 2 n d Edition, Sushil Gupta (India) Ltd., 1 953.

Satish Grover, "The Architecture of India", Vikas Publishing House, Pv t., 1981.

Hem ant Gokhale, "The Taj Mahal--A Tomb or Shiva temple?", Itihas Patrika, Vol. 2 , No. 3 , Sept. 1 982.

Ram Nath, "The Immortal Taj", Taraporewala, Bom bay , 1 97 2.

Syad Moham m ad Latif, "Agra--Historical & Descriptive", 1 896.

Moin-ud-din-Ahm ed, "History of the Taj", 1 903 .

V. S. Godbole, "The Taj Mahal--Sim ple Analy sis of Great Deception", Itihas Patrika, Vol 2 , No. 1 , March, 1 982.

TAJ MAHAL-The Illum ined Tom b, an anthology of sev enteenth century Mughal and European docum entary sources, by W.E. Begley and Z.A. Desai: Published by the Univ ersity of Washington Press, Seattle and London, 1 989.

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Francesco Teruggi

Scrittore e giornalista pubblicista. Direttore delle collane "Malachite", "Agata" e "Topazio" presso Giuliano Ladolfi Editore. Autore del saggio divulgativo "Il Graal e La Dea" (2012), del travel book "Deen Thaang - Il viaggiatore" (2014), co-autore del saggio "Mai Vivi Mai Morti" (2015), autore del saggio "La Testa e la Spada. Studi sull'Ordine dei Cavalieri di San Giovanni" (2017). Presidente dell'Associazione Culturale TRIASUNT.

Leggi qui la biografia completa

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento

Puoi commentare liberamente. Ti prego di non inserire commenti offensivi, pena la cancellazione immediata.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

CERCA NEL BLOG

 
IL MIO NUOVO LIBRO!

La Testa e La Spada

Studi su Cavalieri

dell'Ordine

di San Giovanni

TestaSpada 3d 449
Editore: Giuliano Ladolfi
Collana: Malachite
ISBN: 978-88-6644-331-5
Pagine: 128
Uscita: Marzo 2017

 

I MIEI LIBRI

 

Mai Vivi Mai Morti

MaiViviMaiMorti 3d449
Editore: Giuliano Ladolfi
Collana: Agata
ISBN: 978-88-6644-142-7
Pagine: 144
Anno di edizione: 2015

 

Deen Thaang - Il viaggiatore

DTcover449-3d
Editore: Giuliano Ladolfi
Collana: Agata
ISBN: 978-88-6644-142-7
Pagine: 256, 300 immagini a colori
Anno di edizione: 2014
 
 
Il Graal e La Dea
 
GraalDea3Dtransp
Editore: Giuliano Ladolfi
Collana: Malachite
ISBN: 978-88-6644-081-9
Pagine: 256, a colori
Anno di edizione: 2012

 

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

FTQrcode

Inquadra il codice con il cellulare,
clicca e naviga sul mio blog dal tuo
dispositivo mobile!

Se non disponi del lettore vai su
http://www.i-nigma.mobi/
oppure cercalo negli appstore

NEWS DAL MONDO

  • La prima opera d'arte ha 500.000 anni
    Un'incisione ritrovata in Indonesia proverebbe che Homo erectus aveva capacità cognitive molto più complesse di quanto si è ritenuto finora. Una serie di linee incise a zig-zag su una conchiglia potrebbe rivoluzionare le nostre conoscenze su quelle che consideriamo le…
    Scritto Domenica, 28 Dicembre 2014 14:16 Letto 2973 volte
  • Scoperta divinità romana sconosciuta
    Un dio romano sconosciuto è stato recentemente portato alla luce in un santuario nel sud-est della Turchia. Il bassorilievo del I secolo a.C., di un enigmatico dio barbuto che emerge da un fiore o pianta, è stato scoperto presso il…
    Scritto Venerdì, 28 Novembre 2014 07:52 Letto 2929 volte
  • La tomba di un faraone egiziano sconosciuto
      Un team di ricercatori composto da archeologi della University of Pennsylvania e del Ministero Egiziano delle Antichità ha portato alla luce la tomba di un faraone non ancora conosciuto nei pressi della sacra città di Abydos, 300 miglia a…
    Scritto Martedì, 04 Febbraio 2014 17:12 Letto 3566 volte
  • Ritrovata la tomba di Imhotep
     la piramide a gradoni di Saqqara, in Egitto, dove si trova una vasta necropoli, situata a circa 30 km a sud della capitale Il Cairo. Piramide eretta come sepolura del faraone Gioser, della terza dinastia.Il Cairo - L' Egitto continua…
    Scritto Sabato, 29 Giugno 2013 17:09 Letto 4342 volte
  • Forse scoperta la più antica civiltà europea
    Un team di archeologi dell'Accademia Bulgara delle Scienze, ha trovato alcuni elementi di prova che potrebbero confermare il ritrovamento della più antica civiltà d'Europa. La scoperta è stata fatta in un sito nei pressi della città di Pazardzhik, nel sud…
    Scritto Domenica, 23 Dicembre 2012 16:40 Letto 3804 volte

LogoSogitS.O.G.IT Verbania

Siti amici

Ladolfi Editore
Selezione e rarità per contraddistinguere libri di narrativa, storia, traduzione, critica e arte, apprezzati a livello nazionale ed internazionale.

Atelier
Trimestrale di poesia, letteratura e critica

Tre di Croppo
Gli amici della montagna

Marco Posa - Shiatsu a Como
Lo shiatsu è una disciplina evolutiva. Valorizza le risorse vitali di ambedue le persone coinvolte nella pratica, permettendone la migliore espressione secondo le potenzialità, i tempi e le modalità peculiari di ciascuno.

Chiavenna 1853
Le pagine di questo blog raccontano un'esperienza di studio e di lavoro dalla quale poter attingere informazioni e considerazioni storico-culturali, socio-economiche, geografiche ed urbanistiche della città, messe in evidenza dallo sviluppo di un complesso sistema informativo geografico.

KarmaNews
Un magazine per conoscersi e per trovare la via del sé

Solar Terrestrial Data


Created by PA4RM

tagoreDeve essere lo scopo a cui tende tutta intera la nostra vita: in tutti i nostri pensieri e in tutte le nostre azioni dobbiamo avere la coscienza dell'Infinito.

- Tagore -

 

Blog segnalato su

  Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog

Aggregato su aggregablog

img 20bec1108c

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Booktrailers - Promuovi gratis il tuo libro

CIDOT22

LogoItaMist500

LogoEcoRisRid

LuoghiMisteriosi

LogoKiwa

STORIE

  • Come ti concio Is Concias (e non solo)
    Come ti concio Is Concias (e non solo) Crescono esponenzialmente gli atti di vandalismo ai danni dei siti archeologici sardi. I più recenti riguardano soprattutto la preziosa Tomba dei Giganti di Is Concias, nel cagliaritano. [View the story "Come ti concio Is Concias (e non solo)" on Storify]
    Scritto Mercoledì, 25 Settembre 2013 13:40 Letto 3842 volte
  • Stregoneria africana
    Stregoneria africana In Africa la stregoneria è attuale, più di quanto si creda, anche dove sono giunti il "progresso" e la "globalizzazione". Questa è una "carrellata" di servizi televisivi e inchieste sul fenomeno [View the story "Stregoneria moderna in Africa" on Storify]
    Scritto Lunedì, 19 Novembre 2012 13:39 Letto 4655 volte
  • La soglia: varcare la porta stretta
    La soglia: varcare la porta stretta Varcare una soglia è un gesto prezioso. Tutte le culture e tradizioni, antiche e nuove del pianeta si sono soffermate su questo aspetto. Ecco una breve galleria fotografica di soglie da tutto il globo. [View the story "La soglia: varcare la porta stretta" on Storify]
    Scritto Mercoledì, 17 Ottobre 2012 13:38 Letto 3660 volte
  • SATOR - il quadrato magico
    SATOR - il quadrato magico Quanti quadrati magici "Sator Arepo Tenet Opera Rotas" sono stati scoperti? Di quali e quanti tipi? Da dove vengono? Che significato avevano? [View the story "SATOR" on Storify]
    Scritto Martedì, 16 Ottobre 2012 13:34 Letto 4241 volte

Radio Propagations


Solar X-rays:
Status
Geomagnetic field:
Status
D-Region Absorption
Prediction:
Status
Created by PA4RM

bernardoTu troverai più nei boschi che nei libri. Alberi e rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà. Pensi forse che non potresti succhiare miele da una pietra né olio dalla roccia più dura? Non lasciano le montagne gocciolare giù dolcezza? Non sgorgano dai colli latte e miele? Sono talmente tante le cose che potrei raccontarti. Riesco a stento a trattenermi.

- San Bernardo di Chiaravalle, epistola 106 -

 

Archivio articoli

« Luglio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Siti consigliati

SACRED TEXTS ARCHIVE
Testi introvabili della tradizione orientale e occidentale

IN QUIETE - il sito di Gianfranco Bertagni
Filosofia, teologia, simbologia, testi della tradizione

IL SITO DEL MISTERO
Notizie, curiosità e ricerche del Cavaliere Vermiglio

MUSICA E SPIRITO
Ricerche sulla musica e sull'anima

ULTIMA FRONTIERA DELLA CONOSCIENZA
Psicologia, archetipi, religioni, mitologia, geobiologia,architettura sacra, archeologia, storia

MARIO ERMINI BURGHINER e i MAZARÖCC
Musica dialettale valligiana in salsa internazionale

ALCHEMICAL EMBLEMS, OCCULT DIAGRAMSAND MEMORY ARTS
Images from Medieval, Renaissance, Early Modern,and Contemporary Esoteric Traditions

LA MELAGRANA
Pagina indipendente di cultura esoterica

GOZZANO METEO
Il meteo del basso cusio in tempo reale

FrancescoTeruggi.com - Copyright © 2012 Francesco Teruggi - Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

Testi, foto, video e ogni altro contenuto sono proprietà esclusiva di Francesco Teruggi, salvo eventuali ed espresse specificazioni di diversa provenienza.